Revocata l’autorizzazione all’uso del biossido di titanio (E171) nei prodotti alimentari - Almater srl

Revocata l’autorizzazione all’uso del biossido di titanio (E171) nei prodotti alimentari

Pubblicato in GUUE (L11 del 18/01/2022) il Regolamento (UE) 2022/63 della Commissione del 14 gennaio 2022.

A seguito di una richiesta della Commissione Europea del marzo 2020, l’EFSA ha aggiornato la propria valutazione sulla sicurezza dell’additivo alimentare biossido di titanio (TiO2 – E171). Tale additivo alimentare, come già descritto in un nostro precedente articolo, viene comunemente utilizzato come sbiancante in alimenti quali dolci, caramelle, prodotti da forno, zuppe, brodi, salse (per neonati, bambini e adolescenti), creme spalmabili (per bambini, adulti e anziani) e frutta secca trasformata (in particolar modo le noci).

Quello che è emerso dalla rivalutazione, come afferma il prof. Maged Younes, presidente del gruppo di esperti EFSA sugli additivi e aromatizzanti alimentari (gruppo FAF), è che “non abbiamo potuto escludere timori in termini di genotossicità connessi all’ingestione di particelle di biossido di titanio. Dopo l’ingestione l’assorbimento di particelle di biossido di titanio è basso, tuttavia esse possono accumularsi nell’organismo umano”. Inoltre, come ha dichiarato il prof Matthew Wright, membro del gruppo di esperti scientifici FAF e presidente del gruppo di lavoro EFSA sull’E171 non è stato possibile stabilire un livello di sicurezza per l’assunzione quotidiana di questo additivo alimentare.

A seguito del parere EFSA la Commissione ha pubblicato il nuovo Regolamento UE 2022/63 del 14.01.22 (in vigore dal 7 febbraio 2022) che revoca l’utilizzo dell’additivo nei prodotti alimentari e che prevede che fino al 7 agosto 2022, gli alimenti prodotti conformemente alle norme applicabili prima del 7 febbraio 2022, possono continuare a essere immessi sul mercato. Dopo tale data, essi possono rimanere sul mercato fino al termine minimo di conservazione o fino alla data di scadenza. Sarà invece possibile continuare a produrre medicinali, dentifrici, cosmetici e vernici formulati con questo additivo.

L’utilizzo del biossido di titanio nei mangimi inoltre, secondo quando deciso dal gruppo di esperti scientifici sugli additivi e le sostanze o i prodotti usati nei mangimi (FEEDAP) dell’EFSA, era già stato revocato a novembre scorso con il Regolamento di esecuzione (UE) 2021/2090 della commissione del 25/11/2021.

Il Regolamento prevede che le scorte esistenti dell’additivo e delle premiscele che lo contengono sono ritirate dal mercato entro il 20 marzo 2022, e le materie prime per mangimi e i mangimi composti prodotti con l’additivo o con le premiscele prima del 20 marzo 2022 sono ritirati dal mercato entro il 20 giugno 2022.

 

Per un maggiore approfondimento: https://www.efsa.europa.eu/it/topics/topic/food-additive-re-evaluations

Per un maggiore approfondimento sul tema coloranti alimentari: https://almater.it/coloranti-alimentari-facciamo-un-po-di-chiarezza/

 

Vuoi approfondire l’argomento e capire cosa possiamo fare per te?

Contattaci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dai valore alla tua carriera, scopri il nuovo Master Executive in Management della Qualità e Sicurezza Alimentare

X