Procedimenti giudiziari: l’importanza delle certificazioni volontarie

Focus Macchine Alimentari ottobre 2013 Dott. Alfredo Gris* e Avv. Daniele Pisanello** [quote align=”center”]L’attività di produzione e vendita di alimenti è presidiata, almeno in Italia, da norme penali specifiche del settore. A parte i delitti del codice penale (come l’adulterazione di alimenti o la frode in commercio), certamente buona parte dei rischi penali che interessano … Continued

Focus

Macchine Alimentari ottobre 2013

Dott. Alfredo Gris* e Avv. Daniele Pisanello**

[quote align=”center”]L’attività di produzione e vendita di alimenti è presidiata, almeno in Italia, da norme penali specifiche del settore. A parte i delitti del codice penale (come l’adulterazione di alimenti o la frode in commercio), certamente buona parte dei rischi penali che interessano l’impresa alimentare derivano dalla legge n.283/1962.[/quote]

Questa legge prevede dei reati contravvenzionali, punibili, cioè, anche sulla base della sola colpa. Dobbiamo ricordare che il reato è colposo quando “l’evento, anche se preveduto, non è voluto dall’agente e si verifica a causa di negligenza o imprudenza o imperizia, ovvero per inosservanza di leggi, regolamenti ordini o discipline” (art.43 codice penale). Leggi di più >>

*Tecnologo Alimentare, Almater S.r.l., Cittadella (PD)
** Avvocato, Studio Legale Lex Alimentaria, Taviano (LE) – Bologna (BO)
download-pdf

Scarica la pubblicazione in pdf >>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *