FDA per il 2020 mostra le prime 5 categorie di violazione nelle strutture alimentari.

I dati della FDA per il 2020 mostrano le prime cinque categorie di violazione nelle strutture alimentari

Sono disponibili i dati per l’anno 2020 derivanti delle ispezioni della FDA (Food and Drug Administration), che descrivono la frequenza con cui sono state riscontrate particolari violazioni durante le ispezioni delle strutture alimentari.

Al centro dell’European Green Deal, la strategia Farm to Fork mira a sviluppare un sistema alimentare equo, sano e rispettoso nei confronti dell’ambiente nell’UE.

Ecco un’analisi delle prime cinque categorie di violazione citate dagli ispettori della FDA durante l’anno 2020.

1. Programmi di conformità dei fornitori esteri

Ai sensi del Food Safety Modernization Act (FSMA), la FDA richiede alla maggior parte degli importatori di alimenti di sviluppare e mantenere dei programmi di verifica dei fornitori esteri (Foreign Supplier Verification Programs – FSVP). Il requisito ha lo scopo di garantire che i fornitori siano conformi alla FDA e producano alimenti sicuri.

Durante le ispezioni, la FDA si aspetta che gli importatori presentino FSVP completi che assicurino la sicurezza alimentare dei loro fornitori. Nell’anno 2020, la FDA ha citato 514 strutture per non aver sviluppato un FSVP. Mentre la maggior parte delle ispezioni delle strutture alimentari sono state sospese per la gran parte del 2020 a causa della pandemia di COVID-19, la FDA ha continuato a condurre ispezioni FSVP a distanza. Le citazioni per mancato FSVP sono aumentate del 51% rispetto al 2019. Questo è il terzo anno consecutivo in cui questa tipologia di trasgressione risulta essere la più citata durante le ispezioni.

2. Analisi dei rischi

Sempre nel 2020, la FDA ha citato 104 strutture che non sono riuscite a fornire un’adeguata analisi dei rischi. L’agenzia richiede alle strutture alimentari di identificare potenziali pericoli biologici, chimici o fisici che possono verificarsi presso la struttura, nonché di stabilire controlli preventivi per tali rischi. Questo è un altro modo con cui la FDA garantisce che le strutture mantengano i protocolli di sicurezza alimentare.

3. Gestione degli Infestanti

Sempre durante le ispezioni, gli ispettori della FDA cercano segni di potenziali infestazioni. La FDA ha citato 98 strutture per la mancata prevenzione degli infestanti all’interno delle loro strutture alimentari o per un uso improprio dei pesticidi in un modo che potrebbe causare una potenziale contaminazione alimentare.

4. Controllo della produzione

Gli inadeguati controlli durante le fasi di produzione, trasformazione, confezionamento e stoccaggio rappresentano 95 delle citazioni del 2020. Questo tipo di citazione indica che una struttura non ha condotto operazioni in condizioni che minimizzerebbero le possibilità di potenziale crescita di microrganismi, contaminazione crociata con allergeni o contaminazione e deterioramento del cibo. La FDA, infatti, richiede che le strutture forniscono ambienti controllati durante la manipolazione dei prodotti alimentari per evitare potenziali rischi per la salute dei consumatori.

5. Personale

La quinta violazione più citata durante le ispezioni alimentari nell’esercizio 2020 è data da questioni relative al personale. Queste possono includere la mancata risoluzione di problemi di igiene o altre buone pratiche di produzione in relazione alla manipolazione dei prodotti alimentari da parte dei dipendenti. La FDA ha emesso 87 citazioni per questa violazione.

 

Citazioni igienico-sanitarie

Sebbene nessuna citazione di carattere igienico-sanitario sia entrata tra le prime cinque, esse costituiscono una parte significativa delle violazioni dell’anno 2020 se combinate con altre violazioni. Per esempio:

  • Gli impianti di lavorazione dei frutti di mare sono stati citati dalla FDA 81 volte per un inadeguato monitoraggio delle pratiche igieniche. Queste citazioni potrebbero includere un monitoraggio non adeguato della sicurezza dell’acqua a contatto con il cibo, delle condizioni e della pulizia delle superfici a contatto con il cibo (“safety of the water that comes into contact with food, condition and cleanliness of food contact surfaces”) o il mantenimento del lavaggio delle mani, l’igienizzazione delle mani e dei servizi igienici  (“maintenance of handwashing, hand sanitizing, and toilet facilities“).
  • La FDA ha poi citato 80 strutture per inadeguate manutenzione degli impianti e questioni igieniche, a causa del mancato mantenimento delle strutture alimentari in condizioni pulite e igieniche, che può rappresentare una minaccia ambientale per i prodotti alimentari. La FDA ha citato le strutture per non essere riuscite a disinfettare le loro apparecchiature 58 volte.
  • La FDA ha citato strutture 45 volte per quanto riguarda l’igiene delle superfici a contatto con gli alimenti. Questo solitamente significa che gli utensili e le superfici utilizzati nella preparazione del cibo non sono stati adeguatamente puliti per prevenire la contaminazione del prodotto.
 

Prepararsi per l’anno 2021

Sebbene le violazioni del FSVP abbiano registrato un aumento significativo, le altre citazioni principali sono calate nell’anno 2020 rispetto al 2019. Ciò è probabilmente dovuto al temporaneo rinvio della maggior parte delle ispezioni delle strutture alimentari nel 2020 a seguito del COVID 19.

Per il 2020, le registrazioni delle strutture alimentari della FDA sono state 241.567 in tutto il mondo. Le registrazioni per il 2021 sono diminuite del 25%, a 182.147.

 

Fonte: https://www.fda.gov/inspections-compliance-enforcement-and-criminal-investigations/inspection-references/inspection-observations

 

Contattaci per avere una consulenza dedicata.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dai valore alla tua carriera, scopri il nuovo Master Executive in Management della Qualità e Sicurezza Alimentare

X