Birra artigianale: finalmente definito cosa si intende

Il 6 luglio 2016 è stato approvato il disegno di Legge del Governo “Collegato agricolo” alla legge di bilancio per il 2014.

Il recente provvedimento legislativo approvato presenta significative modifiche nel settore della produzione e della denominazione della birra artigianale, nonché una serie di sanzioni mirate contro la pesca illegale. Il capitolo V del testo legislativo introduce disposizioni specifiche riguardanti la produzione della birra artigianale, definendo chiaramente i termini “Birra Artigianale” e “Piccolo Birrificio Indipendente”.

Per “Birra Artigianale” si intende ora una birra prodotta da piccoli birrifici indipendenti, escludendo i processi di pastorizzazione e microfiltrazione durante la fase di produzione.

Si definisce “Piccolo Birrificio Indipendente” un’azienda birraria legalmente ed economicamente indipendente da altre strutture simili, che opera con impianti fisicamente separati e non utilizza licenze di utilizzo dei diritti di proprietà immateriale altrui. Inoltre, la produzione annua di tale birrificio non deve superare i 200.000 ettolitri, inclusi i volumi prodotti per conto terzi.

Questa nuova normativa permette finalmente una chiara definizione e identificazione delle birre artigianali, delineando criteri precisi che le distinguono da altri prodotti sul mercato. Prima di tale provvedimento, l’uso del termine “artigianale” da parte di molti microbirrifici non era regolamentato e spesso portava a confusioni. La Circolare Ministeriale del 10 novembre 2003 vietava espressamente l’utilizzo del termine “artigianale” per promuovere la qualità dei prodotti, sottolineando che tale qualifica riguardava esclusivamente le caratteristiche dell’azienda produttrice.

Numerosi casi di sanzioni erano stati registrati nel corso degli anni a causa dell’abuso del termine “artigianale” da parte dei birrifici. Tuttavia, con l’approvazione di questa nuova normativa, i birrifici che rispettano i requisiti definiti possono ora pubblicizzare la propria birra come “birra artigianale” senza incorrere in violazioni delle disposizioni legali.

In conclusione, le nuove disposizioni rappresentano un passo significativo verso una maggiore trasparenza e regolamentazione nel settore della produzione di birra artigianale, fornendo agli operatori una base normativa chiara e favorendo una concorrenza equa e leale sul mercato.

 

Clicca qui e visualizza il testo completo approvato

 

 

Se hai trovato interessante il nostro articolo, condividilo e lasciaci un commento! 

Vuoi approfondire l’argomento e capire cosa possiamo fare per te?
Contattaci!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *