Aggiornamenti normativi riguardo la commercializzazione delle uova

I recenti regolamenti UE del 2023 sulle uova: norme di classificazione, tracciabilità e requisiti per produttori; aggiornamenti cruciali per garantire qualità e sicurezza.

Aggiornamenti Cruciali nell’Industria delle Uova: Nuovi Regolamenti UE del 2023

L’industria alimentare è soggetta a continui aggiornamenti normativi per garantire la qualità, la sicurezza e la trasparenza dei prodotti offerti sul mercato. Di recente, l’Unione Europea ha introdotto tre nuovi regolamenti che influenzano significativamente il settore delle uova. Questi regolamenti, entrati in vigore nel 2023, dettagliano le normative di commercializzazione e regolamentano vari aspetti, garantendo una maggiore tutela per i consumatori e standard più elevati per i produttori.

I Regolamenti dell’Unione Europea riguardanti le uova che andiamo ad analizzare in questo articolo sono stati pubblicati in data 17 agosto 2023 in Gazzetta Ufficiale:

 

REGOLAMENTO UE 2023/2464

Revisione del Regolamento UE 1308/2013 sulle Norme di Commercializzazione delle Uova

La decisione di rivedere il regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio ha rappresentato un passo significativo verso l’adeguamento delle normative in ambito agricolo.

Nella comunicazione del 20 maggio 2020, intitolata “Una strategia ‘Dal produttore al consumatore’ per un sistema alimentare equo, sano e rispettoso dell’ambiente”, la Commissione ha annunciato la volontà di riesaminare le norme di commercializzazione. Questo riesame ha lo scopo di prevedere una maggiore diffusione e fornitura di prodotti agricoli sostenibili e di rafforzare il ruolo dei criteri di sostenibilità. Il focus sulla sostenibilità è fondamentale, tenendo conto del possibile impatto di tali norme sulle perdite e sugli sprechi alimentari.

Il regolamento (UE) n. 1308/2013, che originariamente consentiva la stampigliatura delle uova sia nel luogo di produzione che nel primo centro di imballaggio, ha sollevato preoccupazioni riguardo al rischio di falsa stampigliatura, che potrebbe compromettere la tracciabilità delle uova in caso di incidenti relativi alla sicurezza alimentare. In risposta a questa preoccupazione e alla crescente domanda dei consumatori, la Commissione ha deciso di rafforzare le norme in materia di tracciabilità.

Di conseguenza, il regolamento è stato modificato, richiedendo che la stampigliatura delle uova avvenga esclusivamente nel luogo di produzione. Tuttavia, per garantire una transizione fluida e non discriminatoria, gli Stati membri possono ottenere esenzioni dall’obbligo di stampigliatura nel luogo di produzione, purché la stampigliatura avvenga nel primo centro di imballaggio delle uova consegnate, mantenendo sempre alti livelli di tracciabilità.

L’entrata in vigore del nuovo regolamento è stata programmata dall’8 novembre 2024, per dare agli Stati membri il tempo necessario per adeguare la loro legislazione nazionale.

 

REGOLAMENTO UE 2023/2465

Dettagli sulle Norme di Commercializzazione delle Uova di Galline della Specie Gallus gallus

Integra il regolamento n. 1308/2013 riguardante le norme di commercializzazione delle uova, abrogando il regolamento n. 589/2008 della Commissione.

Criteri di Classificazione: Le uova della categoria A sono classificate secondo le seguenti categorie di peso:

  1. a) XL — grandissime: peso pari o superiore a 73 g;
  2. b) L — grandi: peso pari o superiore a 63 g e inferiore a 73 g;
  3. c) M — medie: peso pari o superiore a 53 g e inferiore a 63 g;
  4. d) S — piccole: peso inferiore a 53 g.

Conservazione e Trattamento: Vengono delineate le norme per la conservazione ottimale delle uova, nonché le pratiche di trattamento consentite per garantirne la freschezza e la sicurezza.

Requisiti di Stampigliatura e Imballaggio: Si specificano i requisiti dettagliati riguardanti la stampigliatura delle uova nel luogo di produzione, contribuendo così a migliorare la tracciabilità e l’identificazione dell’origine del prodotto. Vengono anche stabilite norme riguardanti l’imballaggio per garantire l’integrità e la sicurezza durante il trasporto e la commercializzazione.

Uso delle Menzioni Riservate Facoltative: Il regolamento fornisce linee guida sull’uso di menzioni facoltative, consentendo ai produttori di includere informazioni aggiuntive sull’origine, sulla qualità o sulle caratteristiche specifiche delle uova.

Livelli di Tolleranza: Vengono stabiliti livelli di tolleranza per garantire che le uova commercializzate rispettino gli standard di qualità e sicurezza definiti, consentendo una certa flessibilità senza compromettere la qualità del prodotto finale.

Condizioni di Importazione ed Esportazione: Il regolamento include disposizioni specifiche sulle condizioni di importazione ed esportazione delle uova, assicurando che i prodotti commercializzati rispettino gli standard richiesti durante gli scambi internazionali.

 

REGOLAMENTO UE 2023/2466

Specifica le modalità di applicazione del regolamento n. 1308/2013 sulle norme di commercializzazione delle uova.

Il regolamento (UE) n. 2023/2466 adotta disposizioni specifiche per l’applicazione delle norme di commercializzazione delle uova, come stabilite nel regolamento n. 1308/2013. Le principali disposizioni riguardano:

Identificazione di Produttori e Centri di Imballaggio. Il regolamento specifica che solo i centri di imballaggio possono eseguire la classificazione, imballaggio, reimballaggio ed etichettatura delle uova. Le imprese autorizzate come centri di imballaggio devono soddisfare condizioni specifiche e devono disporre delle attrezzature tecniche necessarie.

Registri Tenuti dai Produttori, Raccoglitori e Centri di Imballaggio. I produttori registrano informazioni dettagliate sui metodi di allevamento, produzione di uova, vendite e acquirenti. Allo stesso modo, i raccoglitori registrano le uova raccolte e consegnate ai centri di imballaggio, mentre i centri di imballaggio registrano le informazioni relative alle uova ricevute, classificate e consegnate, includendo anche la tracciabilità delle uova per categoria di qualità e peso.

Controlli di Conformità. Il regolamento stabilisce i parametri per i controlli di conformità, inclusi i metodi di controllo e le verifiche per garantire che le uova rispettino le norme di commercializzazione.

Notifiche. In caso di infrazioni o sospetti di violazioni, gli Stati membri devono notificare tempestivamente tali eventi alla Commissione, assicurando un’adeguata comunicazione per garantire la trasparenza e la corretta applicazione delle norme.

Questo regolamento si propone di garantire la tracciabilità, la qualità e il rispetto delle norme di commercializzazione delle uova di galline della specie Gallus gallus nell’Unione europea, stabilendo procedure precise e controlli adeguati lungo tutta la catena di produzione e distribuzione.

 

 

 In conclusione

I nuovi regolamenti UE del 2023 rappresentano un passo significativo verso normative più stringenti e trasparenti nel settore delle uova. Sia per i produttori che per i consumatori, questi aggiornamenti sottolineano l’importanza di adattarsi e rispettare le normative per garantire una produzione alimentare sicura, tracciabile e di alta qualità.

 

 

Se hai trovato interessante il nostro articolo, condividilo e lasciaci un commento! 

Vuoi approfondire l’argomento e capire cosa possiamo fare per te?
Contattaci!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *